Programmazione blog book tour

E si comincia a organizzare il blog book tour per il mio romanzo. In bozza per adesso, visto che ancora non c’è una indicazione precisa sulla data di pubblicazione.

Però chi mi conosce sa quanto io ami organizzare le cose per bene, quindi pianificazione iniziata!
Il blog book tour prevederà interviste, recensioni, giveaway e tanto altro.
I blog che fossero interessati a ospitare una tappa del blog book tour avranno:
  • inserimento nel banner pubblicitario del tour
  • pubblicità su: facebook, twitter, tumblr, goodreads, linkedin, google+, instagram, pinterest
  • articolo dedicato sul mio blog wp: ad ogni blog dedicherò un mio post sul blog http://www.velodidonna.wordpress.com in occasione della tappa del tour
  • copia gratuita del libro
 Se avete un blog in cui si parla di libri e siete interessati contattatemi in privato, qui o sugli altri social menzionati.
Discorso simile vale per giornali, riviste, radio e simili che volessero ospitare il media book tour.
Il romanzo è un rosa erotico romantico… molto romantico 😉
Stay tuned ❤
keep-calm-and-stay-tuned-13

Il mio Boomstick Award

boomstick2015

Si dice che “chi va piano, va sano e va lontano” e condivido pienamente questa e altre espressioni, frutto della nostra saggezza popolare. Però stavolta io ho un po’ esagerato quanto a calma e me la sono presa fin troppo comoda, ma l’articolo meritava il tempo giusto e non volevo scriverlo di fretta.

Il 1 aprile, invece di uno scherzo, ho ricevuto una bellissima sorpresa: la nomination, insieme ad altri sei blog, al Boomstick Award dall’amica del blog “La Sturm und Drang tra il witty e il noir” .

Non è da molto tempo che ci siamo incrociate sul web, ma non potevo non rimanere colpita da un blog che mi piace molto per i contenuti, per certi versi simile ed affine al mio e che vi consiglio di seguire, se non è già tra i vostri preferiti.

Cos’è il Boomstick Award? L’ho scoperto, come per il precedente, in occasione della menzione ricevuta. Non amo le catene, ma queste nomination mi piacciono e le trovo utili, sia per conoscersi un po’ di più che per far conoscere i nostri blog.

La spiegazione di come funziona la prendo direttamente dal blog “La Sturm und Drang tra il witty e il noir”  che mi ha nominata e le riporto di seguito.

Il Boomstick Award nasce da un’idea di Book and Negative e prevede alcune semplici regole:

1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore;

2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione;

3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto;

4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.

Ecco allora i blog che ho scelto di premiare.

La Sturm und Drang: Perché mi ha nominata? No. Perché è un bel blog ed è come una scatola di cioccolatini, non si sa mai quello che può arrivare, dalla poesia a racconti brevi che catturano, briosi e divertenti.

Pinocchio non c’è più: dell’amico Francesco Lollerini, perché i suoi racconti ti prendono per mano e ti portano fino alla fine attraversando le sfumature delle emozioni e delle riflessioni che diventano vivide.

Parole d’ottobre: foto, racconti e stralci di vita, profondi e sbarazzini e sorrisi, tanti sorrisi!

Interno Poesia: poesie, tante poesie. La poesia è la mia passione, ma in questo blog credo che chiunque, anche chi non ama il genere, troverà sicuramente una poesia da amare perché ce ne sono tante e con sfumature diverse.

Lementelettriche: poesia, ma anche riflessioni e frammenti di vita, un bellissimo mosaico in cui le parole riflettono le sfumature dell’anima

Salvatore Leone: poesie molto belle che esplodono in una varietà di emozioni

Cucina con Pamela: prima delle ricette deliziose arrivano le foto; a leggerlo viene l’acquolina in bocca e la voglia di correre ai fornelli!

Ecco, questi sono i blog che ho scelto di premiare oggi, anche se non è stato facile. Sarebbe bello amici se decideste di dedicare qualche minuto, con calma, per proseguire e nominare anche voi 7 blog che seguite. Che ne pensate?

Elisabetta Barbara De Sanctis

 

Nomination Liebster Award: qualcosa di me

Ho aperto questo blog da alcuni mesi e me ne sto ancora come una bambina con gli occhioni sgranati in un mondo nuovo tutto da scoprire. Un grazie speciale all’amica Viola del blog Opinionista per caso Viola per avermi nominata per il Premio Liebster Award. Se già non lo seguite vi consiglio di cliccarlo subito: è simpatico,accattivante, coinvolgente e fa venire l’acquolina in bocca con le stuzzicanti ricette per tutti i gusti. Grazie a Viola e alla sua nomination ho scoperto questo premio davvero carino che permette di far conoscere con il passaparola soprattutto i piccoli blog come il mio, ma cosa per me più importante, permette lo scambio, il contatto, l’interazione con altri blogger. E’ un po’ un gioco e allora … giochiamo!

liebster-award

Le regole del premio sono che chi riceve la nomina crea un articolo sul suo blog ringraziando chi lo ha nominato (eccolo!), risponde a 11 domande e nomina a sua volta altri 10 blog con meno di 200 followers o più cui assegnare questo premio con 11 domande per i blog nominati. Si passa dai blog nominati (come io sto per fare da voi) per segnalare la nomination così se vi fa piacere potete scrivere voi un articolo ringraziando il blog che vi ha nominato (spero vi faccia piacere 🙂 ), si risponde alle domande e via così. Simpatico, vero?

E allora via all’intervista virtuale!

1 – Perché hai aperto un blog?

Per caso, per curiosità e perché mi piace scrivere, a dire il vero credo di non poterne fare a meno e sul web ho iniziato con la prima pagina su facebook, poi la seconda quando la prima è stata bannata, poi tumblr, ma più andavo avanti e più sentivo che mi mancava qualcosa. Sono affezionata alle mie pagine, ma quando ho aperto il blog ho sentito di essere “a casa”. Ero arrivata, adesso toccava solo sistemare e rendere accogliente il mio angolo speciale di mondo.

2 – Ci parli un po’ delle tue passioni?

Ehm … quanto tempo avete? Scherzo, ma forse non tanto. Farei prima a parlare di quello che non mi appassiona, ma faccio la brava per qualche minuto e inizio il lungo elenco. Scrivere, innanzitutto. Quando per qualche motivo mi sento bloccata e non riesco a far fluire le parole è come se mi mancasse qualcosa; è un bisogno, senza pretesa di scrivere bene o male, senza falsa modestia, ma anche senza presunzione, scrivere è la mia luce. Leggere, di tutto. Narrativa, gialli, spiritualità, poesie, romanzi rosa, d’avventura, storici, qualunque libro catturi la mia attenzione e risuoni con una parte di me. Il ballo, praticamente ogni tipo di ballo, anche se ultimamente l’ho trascurato un po’, ma non resisto alle suadenti note latine che sanno farmi dimenticare ogni concetto di spazio e tempo. E poi la tecnologia in tutte le sue forme, saranno quei tre pianeti che ho in gemelli che mi rendono più curiosa di una gatta verso tutto ciò che ancora non conosco e divento quasi compulsiva dalla voglia di imparare qualcosa che ancora non so fare, ma ogni tanto devo ricordare a me stessa che la giornata resta di 24 ore e qualcuna bisogna dedicarne anche al riposo.

3 – Quanto pensi che i commenti e le interazioni siano utili per un blogger e in che modo? 

Molto utili, utilissime, anche se confesso che, nonostante le buone intenzioni, non riesco ancora ad essere presente come vorrei e ancora seguo i blog amici nei ritagli di tempo, trascurando troppo proprio l’interazione che ritengo il bene più prezioso anche nel mondo virtuale, anzi forse ancora di più.

4 – Di cosa parli nel blog?

Arrivati alla quarta domanda forse avrete capito che la staticità e la routine non fanno per me. Il blog è nato per scrivere le mie poesie e a volte riportarne alcune di quelle da me più amate, anche se qualche volta l’accostamento mi è sembrato pretenzioso, ma amo la poesia e spero che ai miei autori preferiti non dispiaccia di vedere i loro superbi versi accostati ai miei. Però lo spirito del blog è cambiato e continua a cambiare in itinere perché io sono un po’ così e vorrei sempre di più che mi rappresentasse in tutte le mie sfumature.

5 – Hai creato un rapporto di amicizia con altre blogger?

Tranne qualche scambio di commenti ahimè no, ancora no, ma mi piacerebbe molto.

6 – Vi siete mai conosciute personalmente?

No, ma chissà, la vita riserva sempre sorprese!

7 e 8 – Come immagini il tuo blog tra due anni? Vorresti vederlo crescere/cambiare e in che modo?

Pieno di vita, con tanti commenti e scambi d’opinione anche sulle cose che scrivo e che scriverò, perché nulla fa crescere più dello scambio e del punto di vista di chi ti legge con altri occhi, con un proprio vissuto diverso dal tuo e per questo in grado di arricchirti profondamente.

9 –  La cosa che sai fare meglio?

Ancora devo capire qual è la cosa che so fare meglio, forse quella che devo ancora imparare, non si finisce mai. Però chi mi conosce dice che sono brava ad insegnare e questo lo ritengo un complimento meraviglioso perché per insegnare bene occorre sì conoscere le materie, ma anche riuscire per osmosi a far passare quanto a quelle nozioni ho aggiunto di mio, l’esperienza, la passione e ciò che si raccoglie in cambio è sempre superiore a quello che si dona.

10 – Quanto tempo dedichi al tuo blog?

Poco, troppo poco rispetto al tempo che vorrei dedicargli, ma al momento oltre al lavoro sto tirando fuori i sogni dal cassetto e sto lavorando ad un racconto lungo inedito che verrà pubblicato presto dalla casa editrice Eroscultura, una raccolta di poesie edite sempre con Eroscultura e a qualcosa che però scoprirete continuando a seguirmi, mi piacciono le sorprese!

11 – Come nascono i tuoi post?

Nascono da un pensiero mentre prendo il caffè o fumo una sigaretta nei momenti di pausa; da una persona vista di scorcio sul bus; ascoltando la musica o posando lo sguardo su una foto che mi cattura. A fare le foto sono imbranata come pochi, ma amo le belle foto, le colleziono sul pc e spesso è proprio da lì che traggo ispirazione, quando una foto mi parla io ascolto e racconto la sua storia semplicemente pigiando i tasti.

E adesso i blog che vi consiglio di seguire. Non ne conosco molti, ma quelli che decido di seguire è perché mi piacciono davvero e questi li trovo davvero molto belli:

https://solo1altrariga.wordpress.com/

https://poesiacultura.wordpress.com/

https://thesorrow29.wordpress.com/

https://marcellomeo.wordpress.com/

https://liloyblog.wordpress.com/

https://alma0negra.wordpress.com/

https://simonasforza.wordpress.com/

https://radiospazioteatro.wordpress.com/

https://dovebatteilcuore.wordpress.com/

http://scriverecreativo.com/

http://lasturmunddrang.com/

Ops, io ne ho nominati 11, ma direi che va bene lo stesso 😉

Queste le domande a cui mi piacerebbe che i blog che hanno ricevuto da me la nomination rispondessero in questa intervista virtuale e prendo spunto a piene mani dalle domande poste dall’amica Viola che spero non me ne vorrà, ma vi ho già detto che il suo blog mi piace molto 🙂 :

1- Da quanto tempo e perché hai aperto un blog?
2- Quali sono i tuoi interessi?
3- Di cosa si occupa il tuo blog?
4- Quanto tempo dedichi al tuo blog?
5- Ti capita di interagire con altri blogger e se sì preferisci chi tratta i tuoi stessi argomenti o altro?
6- Quanto pensi siano importanti lo scambio e l’interazione con altri blogger?
7- Come immagini il tuo blog tra due anni?
8- Quanto c’è di te sul tuo blog?
9- La cosa che sai fare meglio?
10- Come nascono i tuoi post?
11- Il tuo sogno nel cassetto?

Un abbraccio con il cuore.

Elisabetta Barbara De Sanctis