Pray for Nepal

CDdCvyNXIAAnqjb

Non bisogna essere credenti per pregare. Pregare è emettere una vibrazione direttamente dal nostro cuore. Umanamente quello che è accaduto in Nepal è un disastro umanitario di proporzioni immani. Energeticamente è uno sconvolgimento globale. Madre Terra è ferita. Un popolo è ferito. C’è bisogno di aiuti concreti. Ma c’è bisogno anche di vibrazioni: pure, potenti, guaritrici perché non dimentichiamo che la materia senza energia non si muove, è il suono che la plasma.

Elisabetta Barbara De Sanctis

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...